Yoghurt a dieta: quale scegliere

Ecco una guida per imparare a scegliere lo yoghurt sano. Inoltre in questo articolo troverete alcuni consigli su come trasformarlo in una colazione golosa.

I benefici dello yoghurt per la linea

Lo yoghurt è un ottimo alimento per darti una carica di energia e può essere consumato in qualsiasi momento del giorno. A fine pasto è un dessert goloso e favorisce il processo digestivo. Se viene mangiato all’ora dello spuntino è in grado di allontanare il senso di fame. Inoltre rafforza la flora intestinale per via dei batteri buoni di cui è ricco che esercitano un’azione protettiva nei confronti dell’organismo. Tuttavia esistono diversi tipi di yoghurt nel banco frigo ed è facile scegliere quello sbagliato, soprattutto se si è a dieta o si ha qualche chilo di troppo da perdere. Il consiglio per acquistare quello più giusto è guardare la lista degli ingredienti: più corta è, meglio è. Dovrebbe contenere solo latte e fermenti vivi. Vanno evitati gli yoghurt che contengono zuccheri aggiunti. Attenzione anche ai valori nutrizionali: meglio che abbiano una quantità di carboidrati e zuccheri non superiori ai 5-6 grammi e che apportino dalle 50 alle 65 chilocalorie ogni 100 grammi.

Lo yoghurt se si è a dieta: quale scegliere?

Il miglior yoghurt se si è a dieta è quello intero bianco. Esso, infatti, assicura tutti i macronutrienti come carboidrati, lipidi e proteine. Dal punto di vista nutrizionale è anche il più completo. Inoltre rispetto allo yoghurt magro dà un maggior senso di sazietà, motivo per cui è adatto a chi deve stare più attento alla linea. Se invece paragoniamo lo yoghurt con latte di mucca a quello di capra, quest’ultimo è più digeribile in quanto fornisce lipidi che vengono digeriti più facilmente dall’intestino. Sempre per quel che riguarda il miglior yoghurt a dieta, sia quello greco che quello islandese possono essere tranquillamente consumati senza problemi.

Come trasformare lo yoghurt in una colazione golosa

Quando si è a dieta non bisogna per forza rinunciare gli alimenti golosi e lo yoghurt, se trasformato nel modo giusto, è uno di questi. Vediamo ad esempio come assumere lo yoghurt a colazione per soddisfare il proprio appetito. In primo luogo precisiamo che esso è ottimo come primo pasto della giornata perché riduce l’indice glicemico dei carboidrati di alimenti che solitamente si mangiano appena svegli come i fiocchi di cereali o una fetta di pane e marmellata. Lo yogurt per una colazione golosa lo si può abbinare ad un frutto con pochi zuccheri e tante fibre, come mirtilli, fragole o pesche.

Chiama ora!