Omega 3: i benefici

Vediamo cosa sono gli omega 3, in quali alimenti si trovano e a cosa servono. In particolare focalizziamoci sui benefici per la nostra salute.

A cosa servono gli omega 3

Gli omega 3 sono una tipologia di acidi grassi polinsaturi. Hanno un ruolo sia strutturale all’interno del nostro organismo che funzionale. Sono infatti substrati da cui è possibile produrre molecole utili al processo infiammatorio. Sono una fonte energetica ed hanno la capacità di stimolare l’utilizzo dei grassi, la cosiddetta beta-ossidazione a livello di varie tipologie di cellule. Le azioni benefiche principali degli omega 3 riguardano il cuore perché, oltre ad essere una fonte di energia potenzialmente utilizzabile, hanno la capacità di spingere il muscolo cardiaco ad utilizzare i grassi. A tutto ciò si aggiunge l’azione di abbassamento dei trigliceridi che viene esercitata dagli omega 3.

Quali benefici svolgono sul nostro organismo gli omega 3

I benefici degli omega 3 non sono però certo terminati qui. Essi infatti sono ottimi antinfiammatori – soprattutto per quanto concerne le patologie croniche che colpiscono l’intestino – ed ipotensivi. In più migliorano l’apprendimento, lo sviluppo visivo e cognitivo e l’umore. Se consideriamo invece la loro azione preventiva, contribuiscono alla lotta contro i tumori al seno ed i polipi al colon.  È particolarmente consigliata l’assunzione di omega 3 alle donne incinte, a cui è consigliato di non rimanere mai in carenza. I benefici degli omega 3 sul feto riguardano proprio lo sviluppo del cervello e della vista nel feto che sta crescendo. Qualora vi fossero problemi di deficit, è possibile ricorrere agli integratori appositi. È importante che vengano presi con regolarità anche dagli sportivi che, soprattutto con la corsa, ne consumano in grande quantità.

In quali alimenti si trovano gli omega 3

La nostra dieta non ne è purtroppo molto ricca. La maggior parte dei cibi che mangiamo, infatti, contiene soprattutto acidi grassi omega 6. Tra gli alimenti ricchi di omega 3, invece, abbiamo le fonti vegetali: spiccano il lino e l’olio ottenuto dai suoi semi. Anche la portulaca e le alghe hanno una straordinaria presenza di omega 3. Per quanto riguarda il mondo animale, ve ne è in abbondanza all’interno del pesce, in particolare di quello azzurro. Per fare alcuni esempi, parliamo di acciughe, sardine, sgombro e aringa senza dimenticare però il salmone. Per assumere un buon quantitativo di alimenti con omega 3 si può puntare anche su frutta secca (mandorle e noci), semi di soia, di zucca e di girasole nonché uova, olio d’oliva e spinaci.

Chiama ora!