La sindrome dell’intestino permeabile

La sindrome dell’intestino permeabile è un disturbo sempre più diffuso che sorge in presenza di un deterioramento della barriera intestinale, la quale, non riuscendo più a svolgere la sua funzione di protezione, va a compromettere l’equilibrio della flora batterica intestinale. Una volta danneggiata, la barriera intestinale causa forte infiammazione, ipersensibilità agli allergeni e forte stress al fegato, causando sintomi locali come dolori addominali, gonfiore e irregolarità intestinale, così come sintomi sistemici quali obesità, stanchezza, dolori muscolari e mal di testa. Per capire come curare la sindrome dell’intestino permeabile è necessario risalire alle cause che la scatenano.

Le cause della permeabilità intestinale

La permeabilità intestinale è una condizione di malessere che non sempre è facile identificare perché le cause possono essere molteplici. Un primo fattore scatenante può essere una cura prolungata a base di antibiotici e cortisone, che causa un abbassamento delle difese immunitarie dell’intestino creando un clima adatto alle infezioni fungine. Un altro importante fattore sono le allergie e le intolleranze alimentari, come per esempio la celiachia, che possono causare un’alterazione della flora batterica. Anche uno stile di vita caratterizzato da stress, abbinato ad un’alimentazione scorretta, potrebbe portare alla lunga ad un’alterazione della flora batterica con la conseguente infiammazione dell’intestino.

La dieta per ripristinare la flora batterica

Per curare la sindrome dell’intestino permeabile bisogna per prima cosa individuare le cause che l’hanno scatenata per poter poi capire dove intervenire. Solitamente, per combattere i sintomi causati da questo disturbo, è utile ripristinare la flora batterica intestinale per rafforzare le difese immunitarie dell’intestino. Seguire una corretta alimentazione è quindi fondamentale: frutta e verdura di stagione insieme a yogurt, probiotici e pesce sono gli alimenti “buoni” per il nostro intestino. Sono invece sconsigliati tutti quei cibi grassi e difficili da digerire, come i salumi e le fritture, e quelli ricchi di zuccheri, come dolci e bibite gassate. È bene anche rispettare le giuste tempistiche fra un pasto e l’altro per consentire un processo digestivo più completo. Inoltre, può rivelarsi molto utile abbinare alla dieta degli integratori alimentari specifici, possibilmente naturali, che aiutano a ripristinare la flora batterica intestinale.

Rivolgiti ai nostri specialisti per individuare i migliori integratori alimentari da integrare nella tua dieta per favorire il corretto ripristino della barriera intestinale.

Chiama ora!