Integratori probiotici: sì o no?

In questo articolo andremo ad analizzare cosa sono, a cosa servono e quali sono i vantaggi degli integratori probiotici.

Cosa sono gli integratori probiotici?

Gli integratori probiotici stanno spopolando negli ultimi anni. Sempre più persone, infatti, decidono di assumerli sia sotto forma di compresse che di alimenti specifici. Per quali motivi? Perché si sono rivelati delle risorse incredibili in grado di assicurare il benessere dell’intestino e la giusta flora batterica. Attenzione però al fatto che non tutti sono uguali: esistono diversi tipi di probiotici ed è importante saperli riconoscere e utilizzare quelli giusti. Ma cosa sono essenzialmente gli integratori probiotici? Si tratta di micro-organismi vivi che, se somministrati nelle giuste quantità, apportano un beneficio alla salute dell’ospite. Gli integratori probiotici hanno inoltre il vantaggio di riuscire a resistere ai succhi gastrici presenti nel nostro stomaco, a differenza di altri che vengono eliminati completamente durante la digestione.

A cosa servono gli integratori probiotici?

Dopo avere capito cosa sono, andiamo a comprendere a cosa servono gli integratori probiotici. Essi si rivelano utilissimi nel trattamento di diverse condizioni sia patologiche che non patologiche. Tra gli altri benefici sulla nostra salute vi è il fatto che sono in grado di inibire i batteri patogeni a livello intestinale. In sostanza dunque a cosa servono gli integratori probiotici? Sono perfetti per contrastare il proliferare di altri ceppi patogeni, ristabilendo la flora intestinale e riportandola alla normalità. Inoltre vengono usati contro la diarrea associata all’assunzione di antibiotici, la gastroenterite ed il Rotavirus e per migliorare le difese immunitarie intestinale indebolite. Spesso, poi, sono impiegati per contrastare altri problemi come stitichezza cronica, vaginite e candida vaginale, colesterolo alto, affezioni del cavo orale e sindrome del colon irritabile.

Quali sono i vantaggi degli integratori probiotici?

I vantaggi degli integratori probiotici sono molteplici e coinvolgono svariati apparati del nostro organismo. In primo luogo interagiscono positivamente con le mucose intestinali, andando a stimolare il sistema immunitario locale. La presenza di probiotici rinforza anche l’attività dei micro-organismi autoctoni che partecipano alla produzione di immunoglobuline. I vantaggi degli integratori probiotici si palesano nel contrasto della disbiosi, ovvero l’alterazione della popolazione batterica intestinale. I patogeni partecipano inoltre alla digestione di grassi e zuccheri e contribuiscono all’assorbimento degli oligominerali come magnesio, calcio e ferro. Sono coinvolti poi nella sintesi della vitamina K e delle vitamine del gruppo B. Alcuni ceppi di integratori probiotici, infine, possono essere sfruttati per la loro capacità di convertire il lattosio, facilitando il processo digestivo ai soggetti intolleranti.

Chiama ora!