Integratori prima o dopo i pasti

Come e quando assumere gli integratori alimentari. Sono sani? Quanto sono sicuri e come possono essere associati?

È meglio assumere gli integratori prima o dopo i pasti?

Il dibattito se è meglio assumere gli integratori prima o dopo i pasti è sempre aperto, vivo ed attuale. In generale per ciò che concerne gli integratori vitaminici e minerali il momento migliore della giornata è al mattino al fine di favorire la giusta quantità di energia e di nutrienti nella fase del giorno in cui il corpo ne ha più bisogno. È meglio ricordare che si consiglia di assumere questo tipo di prodotti dopo aver fatto colazione in quanto l’assorbimento delle vitamine liposolubili viene favorito dallo stomaco pieno. Per quanto riguarda il magnesio ed il calcio, invece, è preferibile assumere questi integratori prima o dopo i pasti? In questo caso meglio optare per la sera, in modo da contribuire al normale funzionamento dei muscoli e del sistema nervoso.

Quando assumere la vitamina c

Tutti sanno cos’è, ma molti non sanno quando assumere la vitamina c? Si tratta di un antiossidante idrosolubile che protegge il nostro corpo dall’attacco dei radicali liberi. L’acido ascorbico è necessario per la formazione del collagene che è la proteina principale dell’organismo, indispensabile per produrre il tessuto connettivo e per ripararlo in caso di traumi. Già da questa affermazione capiamo quando assumere la vitamina c. Sicuramente a seguito di incidenti che ci abbiano procurato fratture o ferite, in quanto essa favorisce la guarigione. Inoltre è utile per curare l’anemia dovuta a carenza di ferro e per lenire le infezioni alle vie urinarie. Contribuisce poi alla produzione di emoglobina e dei globuli rossi. Infine è bene assumerla per curare il raffreddore ed altri sintomi tipici dell’influenza.

Come assumere lo zinco

Lo zinco è necessario per far funzionare in modo corretto molti ormoni, come l’insulina, gli ormoni sessuali e quelli della crescita. È contenuto nei muscoli, negli organi e nei globuli rossi e bianchi. Oltre ad essere presente negli integratori alimentari, scopriamo come assumere lo zinco in modo naturale. Le maggiori fonti di zinco sono i prodotti di origine animale come il pesce, la carne, i crostacei, le uova ed i latticini. Per quanto riguarda invece i vegetali, ne hanno una buona quantità il grano, i legumi ed il sesamo, ma anche piselli, mandorle, fagioli, semi di zucca e ribes nero. Dopo aver capito come assumere lo zinco, è meglio precisare che solo il 20-30% di quello presente negli alimenti viene assorbito all’interno dell’organismo.

Chiama ora!