Correlazione tra dieta e stress

La correlazione tra dieta e stress è molto stretta. L’alimentazione influenza molti fattori dell’organismo, tra cui quelli associati al cervello. Le cellule sono composte da vitamine, minerali e grassi benefici, in grado di svolgere correttamente le loro funzioni metaboliche, favorire la comunicazione tra ormoni e la produzione di energia. A causa della fretta della vita quotidiana molte persone finiscono per mangiare male. Ci sono una moltitudine di prodotti disponibili sul mercato, anche se bisogna riconoscere che il consumo di prodotti industrializzati ricchi di sodio, zucchero, grassi, additivi chimici e poveri di nutrienti è aumentato, mentre è diminuito il consumo di verdure, pesce, frutta e verdura. Tali prodotti alimentari non nutrono le cellule (formate da sostanze nutritive), ma destabilizzano il funzionamento di tutto il corpo, il che richiede poi un ulteriore sforzo energetico da parte del cervello che deve provare a “rinormalizzare” il tutto. Non si può comunque parlare di dieta e stress senza menzionare il cortisolo, definito proprio “l’ormone dello stress”, ritenuto il principale responsabile dell’affaticamento corporeo, nonché della perdita di massa muscolare.

L’ansia fa dimagrire?

La produzione di cortisolo comporta una maggiore compulsione per i dolci o carboidrati, malumore, stanchezza, irritabilità e nervosismo. Inoltre, oltre alla perdita di massa muscolare, viene favorito l’accumulo di grasso nella zona addominale. Oltretutto, il cortisolo se unito ad un alto tasso di estrogeni comporta il ristagno dei liquidi dei tessuti e, di conseguenza, l’insorgere della cellulite.

Il cortisolo quindi non comporta solo dei problemi di salute, ma anche estetici: in tal senso potremmo dire che l’ansia non fa dimagrire e che, al contrario, è nemica di una buona forma fisica.

Cause del cortisolo alto

Ortaggi e frutta sono ottime fonti di vitamine e minerali che migliorano la salute del tuo cuore. Frutta e verdura sono a basso contenuto di calorie e ricche di fibre alimentari, come altre piante o alimenti a base vegetale, contengono sostanze che possono aiutare a prevenire le malattie cardiovascolari. Mangiare più frutta e verdura può aiutarti a ridurre i danni dei cibi ipercalorici, come carne, formaggio e snack.

Tra le cause del cortisolo alto possiamo annoverare senza dubbio un certo tipo di alimentazione.

È stato dimostrato che un regime dietetico irregolare comporta la produzione di cortisolo; più precisamente è emerso che una dieta proteica condotta per lungo tempo può favorire l’impennata dell’ormone dello stress, con tutto ciò che questo comporta. Esistono ad ogni modo dei cibi che, al contrario, sortiscono un effetto antidepressivo. Tra questi possiamo annoverare:

  • tuorlo d’uovo;
  • piselli;
  • lenticchie;
  • fagioli bianchi;
  • riso integrale;
  • ceci;
  • noci;
  • avocado;
  • amaranto;
  • manzo;
  • banane;
  •  quinoa.

Al fine di evitare picchi di cortisolo che possono danneggiare la salute, è opportuno seguire una dieta a basso tasso glicemico e proteico e, più in generale, bisogna mangiare in maniera equilibrata al fine di vivere una vita il più longeva possibile.

Chiama ora!