Come combattere la stitichezza: rimedi alimentari

Ecco alcuni consigli su come combattere la stitichezza con accorgimenti dietetici e comportamentali, fra cui corretta alimentazione ed il regolare esercizio fisico.

La dieta ad alto residuo contro la stitichezza

Vediamo a quali rimedi alimentari per la stitichezza affidarsi se si ha la necessità di accelerare e normalizzare il transito intestinale. Nel caso in cui questo problema sia cronico si consiglia di adottare la cosiddetta “dieta ad alto residuo”. Parliamo di un modello alimentare che presta particolare attenzione alla corretta assunzione di fibre e liquidi. Le fibre insolubili contenute all’interno degli alimenti di origine vegetale assorbono infatti rilevanti quantità di acqua aumentando il volume della massa fecale. In tal modo con la dieta ad alto residuo contro la stitichezza diminuendo l’assorbimento dei nutrimenti si riuscirà a facilitare l’evacuazione. La fermentazione delle fibre e dell’amido resistente, invece, stimolerà la crescita microbica favorendo l’equilibrio della microflora intestinale.

I rimedi alimentari per la stitichezza

Come combattere la stitichezza dunque? La dieta ad alto residuo contro la stitichezza prevede l’assunzione di almeno 30 grammi di fibre al giorno, in particolare quelle contenute nei cereali, nell’avena e in alcuni tipi di ortaggio. Ad esse si abbinano almeno due litri di acqua. Se ne si beve un bicchiere tiepido appena alzati, inoltre, si andrà a stimolare l’attività intestinale. Come rimedi alimentari per la stitichezza abbiamo poi il brodo di carne, il carciofo, le prugne secche, le carote ed i kiwi. Per quel che concerne invece gli alimenti da evitare o comunque da moderare ci sono i limoni, il riso, le nespole, le banane, ma anche le mele, i mirtilli e le bevande come il the. Non dimentichiamo l’importanza di mangiare durante i pasti senza fretta in un’atmosfera rilassante. È bene anche consumare una colazione abbondante e bilanciata.

L’esercizio fisico contro la stitichezza

Altrettanto importante è l’esercizio fisico contro la stitichezza. Diversi studi hanno infatti provato come nei soggetti che si mantengono in forma allenandosi regolarmente vi è una minore incidenza per quel che concerne la stitichezza. Al contrario la scarsa attività fisica è risultata un fattore di rischio per questo problema. Parliamo in particolare di persone anziane in cui periodi di inattività portano ad un prolungamento del tempo di transito e quindi della motilità intestinale. Ma quale tipo di esercizio fisico contro la stitichezza è maggiormente indicato? Yoga e pilates, ad esempio, sono l’ideale per aumentare la flessibilità e rafforzare il tronco. Attraverso di essi si vanno a scaricare anche lo stress e la tensione, che spesso possono portare a periodi di stipsi.

Chiama ora!